Conosci te stesso (2004)

cast

regia di Mario Bernardini

con Francesco Caselli, Sergio Cini, Anna Contini, Stefano Maganzi, Francesca Palla, Gianna Pasquali

percussioni Mario Manetti

scenografia Stefano Fontana

costumi Donella Garfagnini

disegno luci Cristian Soldateschi

Composizione drammatica tratta da Edipo Re e Edipo a Colono di Sofocle

Adattamento e regia di Mario Bernardini

Lo spettacolo riunisce e rielabora le due tragedie di Sofocle, Edipo Re e Edipo a Colono, collegate nel mito dallo svolgersi di un’unica vicenda: le sventure della stirpe dei Labdacidi. La seconda è conclusiva della vita di Edipo, che nel sobborgo di Atene trova finalmente pace e sepoltura; la prima mostra il culmine della sua vicenda umana, quando cioè, attraverso un tortuoso interrogare (e interrogarsi), finalmente l’eroe scopre le verità nascoste dietro azioni che ha considerato più o meno significative: l’uccisione di un ignoto viandante è parricidio e il matrimonio con la regina vedova di Tebe, incesto. L’orrore per l’accaduto lo ha indotto ad accecarsi e, poiché la città non può tollerare la violazione del tabù, è andato in esilio, lontano, verso un luogo di pace e purificazione. Ma la sua fama lo precede e, prima di accoglierlo, i Colonesi lo interrogano per conoscere quanto delle dicerie che corrono corrisponda a verità. Edipo dunque non può fare a meno di rievocare i terribili accadimenti. Ma proprio attraverso il racconto e la memoria, potrà scendere purificato all’Ade.

L'Edipo Re è stato lo spettacolo con cui venticinque anni fa iniziò la storia del Teatro dell'Aglio. A distanza di cinque lustri costituisce un omaggio e un azzardo recuperare quel primo lavoro: per conoscersi e ri-conoscersi, per cogliere l’inevitabile mutamento. Venticinque anni non passano invano, neanche per un gruppo teatrale: si modificano i corpi e mutano le idee, le prospettive, le predilezioni. Del gruppo di allora rimangono in numero esiguo; alcuni hanno scelto altre strade, altri sono subentrati: innesti di nuove energie e di nuovi interessi. Ma dietro la quantità di esperienze sgranate negli anni, rimane nel ricordo l’Edipo quale mito fondante.

 

 


Ass.ne Nuovo Teatro dell'Aglio - p.iva 01165590496 CF 90005630497
designed by Maurizio Canovaro © 2007-2017